Sito dinamico o sito statico: definizioni e confronto!

sito statico e sito dinamico

Sito dinamico o sito statico?

Vi siete decisi ad investire qualche soldino nella realizzazione di un sito web per la vostra attività, ma non sapete ancora se puntare su un sito dinamico o meno?
Il nostro consiglio è sicuramente quello di rivolgervi ad un’agenzia come la nostra che vi sappia guidare nelle scelte, trovando gli strumenti e le strategie di comunicazione migliori per raggiungere il vostro obiettivo.

Per prima cosa, appunto, è necessario capire se sia meglio puntare sulla realizzazione di un sito web dinamico o di un sito web statico, in che modo?
Approfondendo principalmente 3 aspetti:

  • la tipologia del sito;
  • le finalità di comunicazione dell’attività/professionista e
  • l’effettiva disponibilità di risorse e tempo.

Ma vediamo insieme quali differenze presentano i siti dinamici e i siti statici..

Sito web statico

Un sito statico viene realizzato completamente attraverso linguaggio di markup HTML, il quale garantisce pagine dal caricamento molto veloce, poiché tutte le informazione si trovano all’interno della pagina stessa e non sono necessarie interazioni con basi di dati esterne.
Ogni unità di informazione però corrisponde ad una pagina diversa, quindi va da sé che manutenzione e aggiornamenti non siano così immediati e comodi; in questi casi è infatti sempre necessario l’intervento di esperti che siano in grado di lavorare sul codice.
Inoltre un sito web statico non permette interazioni fra utente finale e sito, il primo potrà consultare le informazioni, ma niente di più.

In poche parole, se il sito in questione avesse il solo scopo della consultazione, nessuna necessità di aggiornamento o interazione con l’utente finale, un sito statico sarebbe la scelta ideale.
Nel caso in cui questo non fosse sufficiente sarà necessario optare per un sito web dinamico.

Sito web dinamico

sito dinamico
sito dinamico

Importante ricordare che con l’aggettivo dinamico non intendiamo dire che troveremo oggetti in movimento o animazioni nella pagina web; con il termine dinamico ci si riferisce al modo in cui sono presentate e manipolate le informazioni contenute nel sito.

Ciò che caratterizza un sito web dinamico è la sua interazione con un database in cui vengono raccolte tutte le informazioni contenute nel sito stesso.
In questo caso, il linguaggio markup non è più sufficiente, e vengono utilizzati anche linguaggi che ci facciano interagire con il database come ASP.NET, PHP, JSP, oppure di un CMS, un software che essendo installato su un server web, faciliti la gestione dei contenuti dei siti (Joomla, Drupal, WordPress).
In questo caso quindi, le informazioni vengono richiamate dal database per essere visibili sul sito solo dopo una richiesta specifica dell’utente finale, per questo le pagine spesso risultano essere meno veloci ed immediati nel caricamento rispetto a quelle dei siti statici.
Il vantaggio nell’uso di questo sistema è la grande flessibilità e facilità nell’esecuzione di aggiornamenti e manutenzioni e l’interazione degli utenti finali con la pagina web come commenti, feedback e domande.

Ecco alcune domande delle domande che dovreste porvi nel caso in cui siate indecisi fra sito statico o dinamico, se risponderete positivamente anche solo a 2/3 di esse saprete che avete senza dubbio bisogno di un sito dinamico.

  • Il mio sito si baserà su contenuti da aggiornare con frequenza?
  • Vorrei far interagire i miei utenti finali con il mio sito?
  • Vorrei che il sito possa crescere in termini di funzionalità e contenuti in poco tempo, ad esempio attraverso l’inserimento di un e-commerce o di un blog?
  • Vorrei catalogare i contenuti in categorie per renderne più facile ricerca e navigazione?
  • Tradurrò i contenuti in altre lingue?
  • Posso permettermi di pagare qualcuno che aggiorni il mio sito oppure ho le capacità e il tempo per farlo in autonomia?
  • Sono disposto a rispettare i limiti del CMS scelto entrando nella logica di esso e assecondandone le caratteristiche tecniche e funzionali?
  • Posso scegliere un servizio di hosting compatibile con una piattaforma CMS? (per sapere di più sugli hosting:”HOSTING: COS’È, CHE RUOLO HA NELLA STRUTTURA DI UN SITO WEB”)

In questo articolo abbiamo elencato a grandi linee le caratteristiche di queste due diverse tipologie di siti web, naturalmente ci sarebbero molte altre questioni di tipo tecnico di cui discutere, ma per i non addetti ai lavori quanto detto può essere sufficiente per cercare di capire di cosa stiamo parlando.

Quale dei due sia meglio non si può stabilire, tutto dipende dagli obiettivi del sito stesso. I motori di ricerca non ne prediligono uno in particolare, prediligono i siti fatti bene, realizzati ponendo tutta l’attenzione necessaria su elementi come i marcatori html, i meta tag, i testi, etc… Volti ad ottimizzare la migliore indicizzazione.

Contattaci per saperne di più!

Post Correlati