Il tuo sito ha davvero poche visite?

Sei sicuro di ricevere poche visite? Oppure i tuoi numeri sono solo da interpretare?
poche visite

Ciao a tutti, oggi vorrei parlare di una cosa che mi chiedono tutti: “vorrei avere più visualizzazioni al mio sito“.

La domanda è lecita, anzi, è d’obbligo, ma bisogna fare tante distinzioni quando si parla di visualizzazioni.

Innanzitutto, a che tipo di cliente ti offri? Se sei una realtà business to business, ovvero sei un’azienda che offre servizi ad altre aziende  e non direttamente al cliente finale (per esempio: ti occupi di fresatura, quindi ti rivolgi ad altre aziende che hanno bisogno dei tuoi servizi),  ovviamente non avrai un grande numero di visitatori ma chi ti cercherà sarà (quasi sempre) concretamente interessato al tuo lavoro, che poi ti scelga o meno è un’altro discorso ma dipende da tantissime variabili.

Oppure sei un professionista che si rivolge al cliente finale ma in un mercato di servizio che non ha attrattiva se non al momento del reale interesse (per esempio, sei un disinfestatore: difficilmente le persone passeranno le ore cercando te, ma lo faranno solo quando saranno interessati, insomma quando saranno infestati da api, blatte, calabroni o topi.).

Tanti siti invece hanno numeri “drogati” dal cazzeggio delle persone. Eh si, è proprio così.

Se per esempio hai un’agenzia di viaggi o un concessionario, o una agenzia immobiliare in cui vendi ville da 10 milioni di euro, sei il terminale perfetto per il “sogno” e quindi avrai, probabilmente, tante visualizzazioni di persone che devono far passare qualche ora alla settimana o anche solo qualche minuto in fila alla posta.
Ci sono casi dove, anche se hai una piccola attività familiare quale un ristorante o una pizzeria da asporto, insomma una di quelle attività che richiede prenotazione o telefonata, avrai molte visite, magari ben di più di quella grande azienda che, per l’appunto, non ha ne prodotti da vendere al cliente finale ne appeal del prodotto stesso se non a chi realmente ha bisogno di quel servizio.

Quello che conta è quello che realmente ci porta il sito. Chiamate, mail, contatti, clienti. Dopo starà a voi giocarvela al meglio. Insomma, quello che conta è il tasso di conversione, conta quanti clienti che realmente sono entrati nella nostra “vetrina virtuale” hanno poi deciso di chiamare, di prenotare, di venire.

Insomma, prima di dire “ho poche visite”, e prima di voler aumentare le visite, bisogna capire se queste portano realmente contatti e clienti. Una volta sviscerato e risolto il problema, migliorando la fruibilità dello stesso sito, migliorando la grafica oppure.. migliorando davvero l’offerta al cliente (una pizza più buona, dei prezzi migliori, quel vestito che nessuno ha), allora si che potremmo cominciare a coinvolgere più gente possibile e cercare di portarla sulla nostra piattaforma.

Altrimenti, saranno sforzi (e soldi), spesi inutilmente.

Hai bisogno di qualcuno che segua il tuo sito e i tuoi social network. Scopri i nostri servizi di realizzazione siti web e gestione social network
Copyright Sphaera

Post Correlati